chiesa Madre di S. Maria Maggiore | Maratea



La Chiesa Madre


La Chiesa Madre di Santa Maria Maggiore è la chiesa parrocchiale di Maratea Borgo, il centro storico del comune, sin dal 1434. 

Da tempo utilizzata prevalentemente nei mesi estivi, si trova incastrata tra pittoreschi vicoli e una piazzetta triangolare, e con la sua sagoma e con il suo campanile è l’elemento architettonico di spicco del centro urbano.
 
Il nucleo antico della chiesa risale al XII-XIV secolo, e i cui resti sono tutt’ora visibili attraverso una vetrata posta nel mezzo della navata della chiesa attuale, edificata invece nel 1505 a opera di tale Mercurio Greco.

È tradizione che la dedica della chiesa sia la ripetizione di quella dell’antica chiesa di S. Maria al Castello, oggi non più esistente, dalla quale la chiesa madre avrebbe ereditato anche molti oggetti e suppellettili, come la statua dell’Assunta, con base datata 1646, posta nella nicchia centrale del coro. 
CHIESA MADRE MARATEA
CHIESA MADRE DI SANTA MARIA MAGGIORE A MARATEA 

Le opere d'arte della Chiesa


L’interno della chiesa Madre di Maratea, decorato in stile barocco nel XVIII secolo, fu ingrandito nello stesso periodo con l’aggiunta del vano di una torre, oggi costituente il presbiterio e il coro della chiesa. 

Nella navata si possono ammirare un bel dipinto del Battesimo di Cristo, uno dell’Immacolata datato 1690, una Natività con S. Stefano e S. Caterina di A. M. Ricciardi del XVIII secolo e una Trinità firmata da Francesco Oliva da Mormanno nel 1760. 
A questi si affiancano pregevoli sculture lignee, tra cui un “Ecce Homo” del XV secolo e la cantoria del coro, rifinita da Marco de Sanctis nel 1729. 

Presso la fonte battesimale si scorgono le statue sopravvissute al terremoto del 1857. 

La chiesa Madre di S. Maria Maggiore non ha una vera e propria facciata, ma un suo fianco si apre su una piazzetta triangolare e mostra due angeli oranti, scolpiti nel XV secolo. 

A lato della struttura si alza il campanile romanico, ricostruito dopo il terremoto del 2 gennaio 1831. 

Visita la Chiesa Madre di S.Maria Maggiore

Per raggiungere la Chiesa: 

Zona pedonale; lasciare l'auto in uno dei parcheggi del Centro Storico e proseguire a piedi.