Chiesa del Rosario | Centro Storico di Maratea



La Chiesa della Madonna del Rosario



La chiesa della Madonna del Rosario o meglio di Maria  Santissima del Rosario , fu costruita nel 1575 con il contributo di tutta la popolazione di Maratea, ed era originariamente intitolata a S. Maria della Consolazione, poi dedicata alla Madonna della Misericordia, nome oggi scomparso dall’uso popolare. 

Fa parte di un grande monastero, in principio occupato dai Minori Osservanti, oggi sede del convento delle Visitandine e del rinomato istituto De Pino-Matrone-Iannini. 

Durante l’assedio napoleonico del 1806 il convento fu usato come quartier generale dai francesi per le operazioni militari contro Maratea Castello. 
CHIESA MADRE MARATEA
CHIESA MADONNA DEL ROSARIO A MARATEA 

Le opere d'arte della Chiesa


L’interno della chiesa è il più ricco dei templi marateoti: la grande navata unica è ornata con giocosi bassorilievi, raffiguranti 100 visi di angeli e altri motivi aggettanti, opera paziente dei frati del convento nel XVIII secolo. 

A partire dal fondo della parete sinistra, si trovano il quadro di S. Crispino e S. Crispiniano, opera di autore ignoto del XVIII secolo, una Madonna del Soccorso, della stessa epoca, sovrastata da una piccola e bella Addolorata datata 1730 e attribuita ad Andrea D’Este. 

Molto bella è la delicata statua della Madonna del Carmine in alabastro del 1695. 

Sul lato opposto si trova la cappella della Madonna dei Misteri del Rosario, pregevole tela del XVIII secolo, affiancato dalla Porziuncola di S. Francesco dipinta da Giovanni Trombadore nel 1678, la Madonna con santi di Matteo Simonelli del XVIII secolo e la scultura di S. Pasquale Baylon del XVII secolo.

La cupola è decorata dagli affreschi di Angelo Galtieri del 1720, rappresentanti gli Evangelisti. 

Al centro della volta troneggia la tela dell’Assunta, dipinta da Gaetano Cusati nel 1715. 

Visita la Chiesa del Rosario

Per raggiungere la Chiesa in auto: 

Indirizzo da inserire sul navigatore: Largo Monastero, 1 MARATEA
Parcheggio davanti alla chiesa.